UA-131488451-2

Alterazioni cardiache nei suicidi pediatrici

Aggiornato il: 13 apr 2019

Appena entrata nella scuola di specialità di Anatomia Patologica, fresca di laurea, non credevo possibile che un ovocita gravidico o un nato morto fossero abortiti per suicidio infantile.

La letteratura scientifica a questo proposito parla non di volontà, data la totale condizione di dipendenza, ma di problemi tuttora oggetto di studio in vari ambiti dello scibile umano.


Dopo alcuni riscontri diagnostici di questo tipo, posso affermare che il nascituro rifiuta ogni contatto materno per il solo fatto della legge di Edipo. Quindi, si può parlare di suicidio, causa di morte naturale, dalle molteplici cause anche nell'adulto.

La psicologia riuscirà di certo a risolvere tutte queste morti in grembo con interventi mirati, un giorno si spera gratuiti e obbligatori, finanziati dallo stato e non solo privatamente come oggi.

Accanto a ciò, l'omeopatia può offrire una cura farmacologica, la dove richiesto. Infatti, non tutte le persone possono prendere farmaci per lunghi periodi, poiché lo rifiutano, considerandolo un fatto violento, negando il loro disagio.





8 visualizzazioni

©2020 BY SARA LEONCINI