UA-131488451-2

Cosa centra la salute con le medicine

In alcune culture e religioni, di solito molto povere e poco industrializzate oltre che con un basso livello di scolarizzazione ci si cura tuttora con il solo cibo o rimedi naturali. Una delle poche medicine accettate è l'Ajurveda.


Tra la comunità di omeopati che con rigore seguono e praticano l'unicismo i granuli, i globuli e le gocce nelle diluizioni hahnemaniane è riduttivo chiamarli farmaci e si possono solo chiamare rimedi. Distinzione di lana caprina, a mio avviso.


Sono farmaci a tutti gli effetti, ma a differenza di quelli tradizionali che letta la scheda tecnica, imparati ad usare, sono molto difficile da dosare e soprattutto da scegliere. Di certo un overdose non manda in pronto soccorso o in rianimazione, a meno di fortissime assunzioni e non c'è in letteratura un solo caso di morte in tal senso.


Eppure c'è ancora molto scetticismo, anche in occidente.


Certo la salute non sono le medicine, diciamo genericamente un termine che comprenda farmaci e rimedi naturali, ma parte di essa.


È impossibile al giorno d'oggi che un solo bambino non abbia bisogno di prenderne, non quelli nati dopo il 2000 d.C.


Non voglio parlare di casi di abuso o di dipendenza, né di chi dice erroneamente che le due tipologia di medicine interagiscono negativamente per la salute.


Certo è impossibile non fare sbagli come dicevo, ma, se si lavora con scienza e coscienza, i risultati devono arrivare.


È sbagliato credere che la salute la possano ripristinare, mantenere o portare solo tali presidi medicali, almeno a mio parere.


Diverso è, come dicevo nell'ultimo articolo,, avere una propria forte interiorità che si coltiva studiando tanto, leggendo moltissimo, stando un po' da soli, anche fisicamente. C'è una età per queste cose, variabile, per chiunque lo desideri, senza il bisogno di una vita ascetica, che a mio avviso è indispensabile conoscere per conoscere cosa vuol dire essere sani, forse proprio per non farne un mantra.


Riassumendo: la salute la costruiamo ogni istante ascoltando sia i nostri desideri che bisogni, le medicine sono solo un ausilio più o meno indispensabile per vivere, non necessariamente per raggiungere la salute.

1 visualizzazione

©2020 BY SARA LEONCINI