UA-131488451-2

Edizione straordinaria: Il bello della guerra, De Bello Gallico (Cicerone)

Introduzione: L’ aborto e le sue cause. Materiali e metodi: Studio di ricerca in triplo cieco secondo il metodo deduttivo, con analisi dati secondo la tecnica statistica delle varianze (Colton, Statistica medica).Risultati: La quantità di moto del sangue nella sintropia cerebrale del sistema nervoso autonomo è il primum movens di qualsiasi tipo di aborto (naturale, terapeutico, morte in culla, omicidio in tutte le sue varianti).Discussione: Considerando quanto emerso dalle ultime scoperte circa l’accelerazione del sangue sia nei vasi sanguigni che venosi (valvole ovunque) è possibile affermare che la velocità dei globuli rossi, senza nucleo, nel sangue periferico di un soggetto in salute, è influenzata non solo dallo spazio e dal tempo percorso ma anche dall’energia liberata da questa accelerazione a contatto con la parete vasale. Trattasi di quantità di moto inferiore a zero, a dire negativa. Allora, è lecito chiedersi come sia possibile che le arterie spiraliformi, sempre presenti a partire dall’ovulazione gravidica, diventino attive ancora prima della fecondazione in situ. Se consideriamo che la sintropia c’è in tutti gli organismi viventi, animati o non, possiamo continuare il discorso affermando che, oltre ad essere una dimensione temporale non misurabile quantitativamente ma solo qualitativamente, è deducibile che i globuli bianchi appaiano e scompaiano a seconda degli apteni presenti sulla superficie dei globuli rossi alla velocità del suono, limite superabile in presenza, non solo di forti emozioni come una gravidanza o un infarto, ma anche e soprattutto con infezioni sanguigne, ad esempio virali (sia a Dna, che Rna) che ne clonano la quantità di Recettori per la propria sopravvivenza. E’ noto (Canestrari, Psicologia clinica e dello sviluppo) che gli animali si riproducano in gruppo anche in ambienti ostili come il corpo umano la propria flora microbica. Infatti, se nello strato corneo vi è una quantità indicibile di microbi, non visibili, alla luce di quanto detto, nemmeno dal microscopio elettronico, però se ne può dedurre la presenza dalle alterazioni della forma, del numero, e della quantità di moto dei globuli rossi che variano non solo in funzione della età, del sesso psicologico e non genotipico, ma dalla condizione cerebrale del sistema nervoso centrale. Quale sia la connessione tra SNC e SNP rimane un mistero. Molti autori sostengo tesi contradditorie tra loro (…). Nella mia pratica quotidiana posso dire che l’uomo non ha nessun potere sulla propria vita se non di controllare il proprio stato riproduttivo, non solo in base alla propria etica, ma anche in base al proprio desiderio (Retropriming). Tali fattori sono le uniche concordanze presenti in tutte le etnie, specie e razze di animali e di homo sapiens, come l’uomo negli anni duemila. (Margaret Mead, l’adolescenza in Samoa). I globuli bianchi appaiono e scompaiono grazie a una accelerazione dei fattori di trascrizioni cellulari indotta dall’attività mitotica dell’individio e non dei suoi microbi (leoncini, 2019), tramite un processo di modulazione del segnale che permette loro di viaggiare senza limite di velocità, di certo con una costante (pigreco per c). Ciò è deducubile dalla forma sferica di tutte le cellule, da quelle preistoriche a quelle contemporanee (teorema dell’incertezza di Godoel). La direzione del moto dipende da quella del campo magnetico dominante, come insegnano le leggi della fisica classica, variabile prevedibile in ogni singolo individuo, ma che non soggiace a nessuna altra legge di natura. Le leggi della biofisica, come la formula della viscosità non sono rappresentative della realtà ma solo di suoi epifenomeni, in quanto insufficienti a spiegare la comparsa non solo dei tumori (emperipolesi dei globuli bianchi in base alla capillarità degli endoteli) ma anche delle infiammazioni, comprese quelle cerebrali e meningee. Quindi l’aborto spontaneo si innesca su base ormonale quando l’ovulazione gravidica non è supportata da un atto riproduttivo appagante la coppia reciprocamente. Non a caso la maggioranza degli aborti spontanei sono in realtà gravidanze isteriche, almeno nella mia modesta esperienza di anatomo-patologa. Conclusioni: Ma come è possibile rimediare o evitare l’aborto? Prima ancora che esami medici, ginecopatologici, si consigliano test di autovalutazione circa il proprio desiderio sessuale. Siamo sicuri che è il sesso che ci appaga o invece il desiderio di maternità ci possiede? E’ forse il nostro partner la persona giusta oppure è troppo faticoso gestire la relazione con lui? Siamo noi depressi o lo è lui? O, ancora, siamo consapevoli di come si riproduce il nostro corpo, al di là di consigli medici o ginecologici? E, in fine, desideriamo bambini oppure siamo troppo incerti per paura di perdere il nostro partner da non ammettere la nostra impotenza e sterilità psicologica, prima ancora che organica?

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

©2020 BY SARA LEONCINI