UA-131488451-2

Esame citologico/istologico delle urine

Oggi vi presento questo articolo, pubblicazione della mia tesi di specialità in Anatomia Patologica, che potete scaricare direttamente dal sito della rivista gratis.

Molto spesso gli esami di screening vengono trascurati e nel referto citologico compare solo la dicitura 'negativo per cellule neoplastiche' o poco altro. Mentre è possibile ottenere tante informazioni dall'esame al microscopio. Stesso discorso vale anche per il pap test, dove un esame accurato del vetrino consente l'acquisizione di tante informazioni cliniche sul paziente.

Ad esempio, si può impostare un piano di prevenzione e penso al capitolo delle infezioni ricorrenti e monitorare lesioni precancerose nel tempo.

Per quanti hanno quadri di cistite, cioè infiammatori, oltre all'antibiogramma si può chiedere la biologia molecolare per HPV, appunto per vedere il rischio e l'esposizione ad eventuali agenti cangerogeni. Inoltre, anche in base al lavoro effettuato, è possibile emettere una prognosi e attuare strategie preventive e di follow up (parruchieri, imbianchini, operatori ecologici...).

E' interessante notare come i quadri acuti sono tipici del giovane/giovane adulto ed i quadri cancerosi dell'adulto/anziano e di come lesioni infiammatorie mal curate e maltrattate possano evolvere, almeno secondo una associazione statistica emersa da questo studio, verso lesioni cancerose.

Molte persone a cui è effettuato l'esame citologico/istologico dal medico di base o dall'urologo di riferimento non leggono nemmeno il referto o perchè non sanno di averne uno o perchè non gli viene consegnato e gli viene comunicato solo il risultato.

Il mio consiglio è di informarsi il più possibile sulle indagini a cui vi sottopongono e quando sentite le parole 'esame citologico' o 'esame istologico' chiedete secondi pareri, andate a fondo. Basti pensare che in alcuni casi dall'esame citologico delle urine è possibile avere informazioni circa lesioni dei reni o della prostata nell'uomo e dell'endometrio/cervice nella donna, informazioni fondamentali e utili che possono abbre

Il mio consiglio è di informarsi il più possibile sulle indagini a cui vi sottopongono e quando sentite le parole 'esame citologico' o 'esame istologico' chiedete secondi pareri, andate a fondo. Basti pensare che in alcuni casi dall'esame citologico delle urine è possibile avere informazioni circa lesioni dei reni o della prostata nell'uomo e dell'endometrio/cervice nella donna, informazioni fondamentali e utili che possono abbreviare l'iter diagnostico e aumentare la sopravvivenza.

14 visualizzazioni

©2020 BY SARA LEONCINI