UA-131488451-2

Il lutto come opposto alla luce

Tanta gente è rimasta sola nel giorno più bello dell'anno, me compresa, l'Epifania. La casualità, una scelta etica, un bisogno che non comprendono tutti quelli che noi vorremmo.

In fondo, si ama per il piacere che si condivide insieme agli altri, fosse il veganesimo, candidato a nuova religione, fosse una luna di miele tra sposi.

E il dolorore dove finisce? È come per chi cerca di smettere di fumare che bisogna distrarsi e pensare ad altro o è una voce interiore ( D.Maraini, Voci) che ci parla ma non si può capire da soli?

Tutti questi professionisti della salute in occidente serviranno a qualcosa!

Basta offendere la cecità, isolare la sordità, esaltare l'obesità. Di shoah ne basta una.

Enjoy!

70 visualizzazioni

©2020 BY SARA LEONCINI