UA-131488451-2

Il telepensiero come tecnica espressiva, ma non artistica, dell'olografia

Aggiornato il: feb 4

A pensarci bene, la telepatia nonché l'esoterismo si può rappresentare nella realtà, come una forma di molestia subita e non inflitta, ma secondo i vigenti articoli costituzionali della terza repubblica italiana, in cui ancora viviamo; questa guerra civile tutta italiana mi sembra abbia generato non solo un ecatombe del nostro patrimonio artistico ( covid? Anziani deceduti) e culturale, cioè l'unica ricchezza che tiene in vita l'umanità, ben diverso dal l'estradizione politica o sociale.


Non a caso il qualunquismo che sottende la DDR, nonché i votanti pentastellato ci richiamano a noi proletari, ancora di sinistra e senza ombra di dubbio osservanti a porci delle domande: ma cosa c'è peggio dell'indifferenza alias qualunquismo?


Ripensando al discorso della famiglia Mendela, sia ai tempi dell'hapartaid che nel tempo del presidente uscente Traiunf, quando mai un democratico non è stato prima anarchico? Ed è meglio vivere nel tempo equatoriale o incantare serpenti già morti?


Ringrazio l'Oriente, nei suoi quattro poli e tre continenti per ascoltare e realizzare le mie lettere d'amore a mia moglie.


Dopo Guernica, dopo la fantasia in do minore di Mozart, la musica tutta è realmente morta con Racmaninov.


Non posso credere che l'Islanda sia al polo nord, nemmeno in un incubo.


Ancora ringrazio pubblicamente il primo ministro cinese per il libro di tradizioni orientali di cui mi ha fatto dono e invito il suo estimatore Sua Santità Francesco II per la sua onesta intellettuale, ma non invidio certo la mancanza di rispetto del suo portavoce, delle guardie svizzere in realtà sprezzanti e miscredenti proprio come quelle della mia prateria.









5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

©2020 BY SARA LEONCINI