UA-131488451-2

L'omeopatia come prevenzione prima che come terapia medica

Oggi, nella epoca della lotta contro i tumori e dei necessari screening di massa mi sembra evidente un batage mediatico contro l'omeopatia in tutte le sue applicazioni.

l'Italia, da sempre paese salutista e spesso preso a modello per la famosa dieta mediterranea e per il suo sistema sanitario nazionale.

A mio avviso, senza polemica alcuna, credo sia necessario adeguare il bellissimo concetto di salute OMS alla vita quotidiana, di famiglie separate dalla fame e dalla guerra anche in Italia, oltre che in tutto il mondo.

Non è l'euro o la globalizzazione ad aver fatto questo, strumenti se mai a favore di un migliore stato di salute almeno da un punto di vista statistico.

Nè tanto meno le famiglie che per loro ideologia, in errore a mio avviso, rifiutano vaccini in bimbi sanissimi o chi fa delle medicine naturali un mantra.

Perché non pensare agli enormi vantaggi che la medicina tradizionale ha portato da sempre? Perché ridurre l'omeopatia a una pratica satanica o politeista come si legge su molte riviste?

La prevenzione inizia da un certo modo di pensare che non può prescindere l'idea dello stato in qualunque parte del mondo ci troviamo.

Del resto, sbagliando si impara ed io mi auspico che quando si parli di medicina chiunque possa argomentare il proprio stato di salute con scelte, ricordi, difficoltà e cose belle; non solo, come è ancora oggi, una medicina per chi paga, ignaro dei giochi perversi della mafia e delle lobby farmaceutiche. Sempre meno, però del passato!

Questo a 10 anni come a 100!

Perché non convivere con una ideologia culturale, per forza di massa, e far valere i nostri interessi?

Pensare è faticoso, difficile, richiede tanti sogni e a mio avviso anche tanta fantasia ma è Gratuito.

E allora pensiamo a questo nuovo arrivo che è l'omeopatia in ambito medico (esistendo solo da 200 anni) e se ci interessa ad approfondire il discorso da esperti da chi l'ha subita e praticata, da chi può esercitare a norma di legge.

Un tumore benigno scomparso senza chirurgia (cisti sebacea) ha forse prezzo?

Una vita salvata per strada da un giovane medico di passaggio richiede forse indennizzi milionari?

12 visualizzazioni

©2020 BY SARA LEONCINI