UA-131488451-2

La medicina tradizionale e le medicine alternative

Senza entrare in fuorvianti tecnicismi, oggi vorrei parlare della falsa dicotomia in cui i media parlano della medicina tradizionale, bruta e brutale e delle medicine alternative che in quanto olistiche risolvono gran parte dei problemi della vita!

Alternative perché di provata efficacia ma ancora bisognose di prove scientifiche per essere inglobate nella medicina tradizionale.

C'è molto dibattito almeno per l'omeopatia a tal proposito.

La verità è che le prove scientifiche sono state fornitite da anni, già ai tempi del suo inventore, ma l'accettazione da parte della medicina tradizionale comporterebbe una riforma sanitaria di ampie vedute che a quanto pare solo gli omeopati sono in grado di proporre.

Come ho detto altre volte, pensate al risparmio sulla spesa pubblica, alla diminuzione delle infezioni nosocomiali, a quante minoranze straqualificate anche tra le case farmaceutiche prenderebbero voce.

Ma la sanità oggi perderebbe miliardi appunto, ma guadagnerebbe in vite umane e smantellando le lobby farmaceutiche che gestiscono ricerche scientifiche per lo più malamente ne recupererebbe molti molti di più.

Perché incolpare i vaccini delle tante allergie e non anche l'alimentazione?

Perché non pensare alla genetica di popolazione nata in opposizione alla epigenetica per fornire una medicina di genere che tenesse conto si delle larghe scale ma anche dei casi particolari ovunque presenti? E perché non redistribuire le risorse economiche ed umane alla base di tutto questo?

12 visualizzazioni

©2020 BY SARA LEONCINI